Quale mese dell’anno saresti?

…se potessi essere un mese dell’anno, sceglierei Settembre. Eh si, proprio Settembre. Quel mese che si veste di nostalgia per un’estate che sta volgendo al termine ma che al tempo stesso ti sorprende invitandoti a godere ancora un po’ della bella stagione con qualche weekend al mare. Settembre! Eh si. Settembre e’ un po’ solitario, di quella solitudine fatta di spiagge quasi vuote, con gli ombrelloni chiusi e qualche sdraio in riva al mare quasi a volerti regalare ore di relax. Ma Settembre e’ anche di compagnia, fatto di serate in giro, di panino e birra seduti sui gradoni in piazza. Settembre si circonda di poche persone, e’ sta li’ tra quelli un po’ distanti e distaccati come Ottobre e Novembre e tra quelli dinamici e casinisti come Luglio e Agosto. Settembre accompagna, per mano, l’estate alla fine e affronta, a muso duro, l’autunno che arriva. A Settembre vai a letto indossando solo i tuoi slip. Puoi tenere le finestre aperte e godere di quella leggera brezza, della luce della Luna. Ti avvicini poi alla tua “piccerella”, nel tuo letto, per trasformare un semplice abbraccio in una passionale notte di sesso. Eh si, Settembre. Quello da pelle d’oca. Hai presente? Quella stessa pelle d’oca per il fresco che la mattina ti sveglia. Sembra dispettoso sto mese. No? Guardi l’orologio e sono appena le 5. Allora prendi la tua t-shirt bianca tra i panni asciutti e freschi di bucato ancora stesi, ti rimetti a letto, copri con un lenzuolo Lei e la abbracci. Puoi dormire ancora un po’. Settembre ti fa sti scherzi per svegliarti ma per farti godere quello che ti perderesti se dormissi. Settembre a volte puo’ sembrare pressante e pesante con le sue giornate di caldo. <<Ma no!>> tu dici <<E’ Settembre ‘nun po’ fa caldo>>. Mica come nei mesi estivi con l’afa, le zanzare e il caldo asfissiante. Il caldo di Settembre e’ per farti godere ancora quelle serate in bici, una birra al parco, una partita a calcio fino a tardi prima di una pizza con gli amici. Settembre e’ quello delle cene in terrazza, delle grigliate e dei racconti delle vacanze. Eh si, Settembre. Settembre conserva ancora nitidi i nostalgici ricordi dei baci rubati dai ragazzini davanti ad un falo’, di amicizie nate tra spiaggia e partitelle. Credo che vorrei essere proprio Settembre. Settembre sembra triste per queste storie che finiscono e per l’inizio della solita routine, del lavoro. Invece no! A Settembre cominci gia’ a fantasticare sulle prossime mete. Ti proponi di riprendere la palestra, di cominciare una delle tante diete, di iscriverti ad un corso di cucina, vuoi imparare una lingua straniera per sopperire a qualche gaffe fatta in giro per il mondo con i tuoi nuovi amici da ogni dove. Settembre e’ propositivo, ti da carica, forza di investire tempo ed energie. E poi? Quelle giornate di pioggia? E tu dici: <<mado’ che ansia sto Settembre, che triste sta pioggia>> Eh, no! A Settembre piove che c’e’ il Sole. Ti puo’ sembrare strano, ma Settembre ci tiene a te. Anche se da un momento all’altro si scatena con pioggia e vento. Sa che si va incontro all’autunno e poi all’inverno. Incontro alle serate passate in casa e alle mattinate fredde fatte di pioggia, borsa che casca ed ombrello piegato. Da auto che a mò di gavettoni t’infracidano. Di marciapiedi ghiacciati che sembrano campi saponati. Allora Settembre che dice? Dice: <<mo’ sai che faccio? ti ci abituo piano piano all’idea>> Come si insegna ad un bambino ad andare in bici. Allora Settembre ti ci accompagna per mano. C’e’ pioggia, si. Ma a pochi chilometri splende il Sole. Settembre vuole sembrare forte, dispettoso e pressante in realta’ tiene a te come nessun altro mese dell’anno. E quel bel freschetto di Settembre? Ne vogliamo parlare? Quello che di sera ti fa stare in giro con quel maglioncino blu di filo su una leggera t-shirt, con i pantaloncini color sabbia di poco sopra al ginocchio e scarpe di tela bianche. Ancora con quella tenue abbronzatura e un fresco profumo di Yves Saint Laurent. Quelle sere che, all’incalzare della brezza, cedi il tuo maglioncino blu al profumo di Yves Saint Laurent alla tua piccerella e l’abbracci. Eh si. A Settembre s’po’ fa…puoi abbracciare, non fa caldo. Se potessi essere un mese dell’anno, sceglierei Settembre. Eh si, proprio Settembre. E non solo perche’ ci sono nato a Settembre.

E tu? Quale mese dell’anno saresti?

4 Responses to Quale mese dell’anno saresti?

  1. Anna Maya says:

    Mi piacerebbe essere giugno. Giugno è quel mese in cui si comincia a sentire il profumo d’estate,in cui tutto è colorato di tinte accese. A giugno ci si alza la mattina,si guarda fuori e il cielo è azzurro,senti gli uccellini cantare e ancora in pigiama e ciabatte ( o per meglio dire pantaloncini,canotta e infradito) senti il sole che battendoti sulla pelle ti ricarica e ti fa sentire viva. A giugno le persone escono dalle loro case,il letargo invernale è finito,e iniziano a passare le serate sui muretti sorseggiando birre gelate o nei locali all’aperto sognando ad occhi aperti le vacanze che stanno per arrivare. Si vedono le prime abbronzature dei più bisognosi di mare che hanno già iniziato a passare dei bellissimi week end fuori porta,si vedono compagnie che davanti ad un mojito mettono a punto il loro itinerario per una vacanza che probabilmente non dimenticheranno mai,si vedono persone che approfittano del sole non ancora bollente e di qualche ora libera per leggere un bel libro al parco…giugno è un nuovo inizio,quel mese che ti culla dolcemente verso l’estate. Un nuovo inizio…si,vorrei decisamente essere giugno.

    Like

  2. desire says:

    Dopo averli analizzati uno ad uno…mi è bastato, proprio oggi, essere accarezzata per un attimo dal vento fresco e sfiorata dai tenui raggi del sole per capire che sceglierei decisamente Settembre…Sì perché a Settembre rivedi gli amici che ti avevano lasciato ad agosto, per fuggire in chissà quale parte del mondo e liberarsi dallo stress che ormai li rendeva insofferenti… erano certamente felici di andare ma… la vera magia è provare gioia nel rivedere qualcuno che ti è mancato, qualcuno che pur essendo consapevole che sarà nuovamente divorato dalla routine, dal caos, dalla quotidianità con tutti i suoi problemi annessi, è felice di riabbracciarti nonostante tutto, è bello perché ognuno ritorna con la sua esperienza da raccontare e si sta lì a parlarne per ore …Poi ho sempre pensato che Settembre è un nuovo inizio, è la speranza che tutto ciò che avevi lasciato in sospeso lo realizzerai…, è la voglia di essere positivi, di accantonare i fallimenti e credere che quello che verrà sarà certamente migliore…è l’entusiasmo nell’immaginare i 1000 sport che praticherai, nuoto, tennis, equitazione e perché no anche immersione🙂 ….è sognare di scoprire nuove emozioni…
    Probabilmente non accadrà nulla di tutto ciò….ma a quello ci penserai nei mesi successivi, per ora è Settembre e voglio credere che sia così…

    Like

  3. desire says:

    😉 dimostrazione del fatto che talvolta i progetti di Settembre non restano solo mere illusioni…
    Alla prox🙂

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s